Forti e Veloci ancora tricolore: Brandon Fedrizzi è campione italiano Allievi

Dopo Edoardo Caresia, ecco Brandon Fedrizzi. La Forti e Veloci ha siglato uno splendido bis tricolore ai campionati italiani giovanili di ciclismo su strada: lo scorso anno, a Darfo Boario Terme, trionfò Caresia. Oggi a Marginone, in provincia di Lucca, è stato il turno di Fedrizzi, che ha regalato una nuova grande soddisfazione al club rossoblù e ha conquistato il secondo titolo nazionale dopo quello conseguito (sempre in maglia Forti e Veloci) nel 2021 a Chianciano Terme da esordiente primo anno.

L’atleta bolzanino allenato da Claudio Caldonazzi era il grande favorito della vigilia, forte delle undici vittorie stagionali conquistate prima dell’appuntamento più importante della stagione. In Toscana è arrivato il dodicesimo successo, il più bello e importante, in primis per come è maturato.

La corsa tricolore Allievi è andata in scena su due circuiti da coprire cinque volte ciascuno, il secondo caratterizzato dalla salita di Montecarlo, un’ascesa comunque pedalabile, ma che non ha mancato di creare selezione in gruppo, complice l’alta andatura con cui è stata affrontata.
I tentativi di fuga non sono mancati: ci hanno provato in sequenza prima gli atleti del Lazio, poi a più riprese gli atleti lombardi e soprattutto veneti, marcati stretti dal Piemonte, con Fedrizzi – in gara con la maglia della rappresentativa del Comitato Alto Adige – sempre attento nelle posizioni di testa del plotone, pronto a rispondere in prima persona quando necessario.
La corsa si è decisa con uno sprint a ranghi ristretti, che Fedrizzi ha saputo interpretare alla perfezione, imponendosi con margine davanti ai due veneti Lorenzo Campagnolo e Nicola Padovan. «Sono riuscito a interpretare bene la volata – ha spiegato Brandon Fedrizzi a fine gara -. Durante il primo giro ho pure rotto il boa della scarpetta, ma fortunatamente questo inconveniente non mi ha condizionato troppo. Venerdì avevo provato il circuito, me l’ero studiato bene: sono riuscito a fare la prestazione migliore che potevo fare».

Una prestazione che gli è valsa il tricolore, che Brandon potrà sfoggiare con orgoglio per tutto il resto della stagione.

Ordine d’arrivo

1. Brandon Fedrizzi (Bolzano) 74 km in 1h47’55” (media 41,143 km/h)
2. Lorenzo Campagnolo (Veneto) st
3. Nicola Padovan (Veneto) st
4. Nicola Cerame (Piemonte) st
5. Andrea Endrizzi (Veneto) st
6. Filippo Colella (Lombardia) st
7. Luca Fabbri (Emilia Romagna) st
8. Paolo Marangon (Piemonte) st
9. Marco Zoco (Lombardia) st
10. Vincenzo Carosi (Lazio) st